Le attività di conoscenza di sé che si rifanno al patrimonio metodologico dell’arte terapia nascono dal bisogno di fornire ai/lle ragazzi/e un luogo rassicurante di espressione e in cui possano sperimentarsi ad un livello profondo di creatività. Attraverso i materiali i ragazzi possono entrare in contatto con i propri bisogni, vissuti e risorse, rappresentandoli ed elaborandoli a livello simbolico.
Qui si intende la creatività come strumento formativo dell’essere umano in quanto tale, la parte più vera ed autentica di ogni persona, connessa al desiderio di creazione che è desiderio di essere e di stare nella vita.
All’Anno Unico sono proposti laboratori relativi ad alcune tematiche considerate fondamentali per gli obiettivi del percorso:
– conoscenza e presentazione di sé,
– esplorazione di sentimenti ed emozioni fondamentali (l’amore, la
paura, la tristezza, la rabbia),
– esplorazione del ‘cambiamento’ sia come condizione esistenziale
(particolarmente emblematica in fase adolescenziale) sia come modalità possibile con cui gestire l’esperienza,
– esplorazione delle dinamiche relazionali nel gruppo, proposto in
un momento di particolare tensione